• Informasalute N.59

    Informasalute N.59

    Novembre 2017

    Fabio Chiarenza: sono credente. Sono aiutato ad aiutare.

    Leggi tutto

  • Informasalute N.58

    Informasalute N.58

    Agosto/Settembre 2017

    Andrea Stella: una stella sull’oceano

    Leggi tutto

  • Informasalute N.57

    Informasalute N.57

    Giugno/Luglio 2017

    Ilaria Capua: La dolce scienza e l’amara giustizia

    Leggi tutto

  • Informasalute N.56

    Informasalute N.56

    Aprile/Maggio 2017

    Michele Maio: immunoterapia oncologica.

    Leggi tutto

autoesame nei

Teniamo sotto controllo i nostri nei

L’autoesame dei nei salva la vita

Il sole nel periodo estivo ci permette trascorrere più tempo all’aperto e fare tutte quelle cose che ci piacciono, che nella stagione invernale non è possibile fare.

Tuttavia, il sole e il calore possono essere dannosi, e a farne le spese è la nostra pelle. I raggi nocivi del sole possono provocare invecchiamento della pelle, rughe, segni, pelle secca, e talvolta, anche il cancro alla pelle.

Il melanoma cutaneo, o tumore della pelle è piuttosto raro nei bambini perché tendenzialmente colpisce le persone dai 40 ai 60 anni, anche se, l’età media alla diagnosi si è abbassata negli ultimi decenni.

Per cercare di fare chiarezza, incontriamo il dott. Pasquale Frascione, direttore UOSD Dermatologia Oncologica dell’Istituto Dermatologico San Gallicano – Roma

Dott. Frascione quali sono i fattori di rischio che causano il melanoma e quante sono le tipologie oppure stadi di questa malattia?

Il melanoma cutaneo è un tumore maligno che origina dai melanociti, cellule responsabili della produzione di melanina, pigmento che conferisce il colore alla cute. I fattori di rischio, che possono essere correlati all’ospite sono: tra i primi, la predisposizione genetica, la presenza di un elevato numero di nevi, il fototipo caratterizzato da pelle, capelli ed occhi chiari, rappresentano i fattori di rischio principali.

Mentre tra i fattori legati all’ambiente il più importante è rappresentato dall’esposizione ai raggi UV, che influisce soprattutto su alcuni tipi di melanomi, come il Superficial  Spreading Melanoma, il melanoma a diffusione superficiale (SSM) e la lentino maligna (LM). Mentre gli altri due istotipi, quali il melanoma acrale lentigginoso ed il melanoma nodulare non sono correlati all’esposizione ai raggi UV. Esistono anche altre forme ma sono più rare.

Qual è il primo passo per un autoesame e quando dobbiamo preoccuparsi?

È fondamentale un auto esame della cute, in quanto molto spesso il melanoma insorge ex novo, per cui è il paziente stesso che sa riferire la comparsa di una nuova lesione oppure che sa indicarci quale lesione è andata incontro a modifiche.

Che diagnosi e controlli dobbiamo fare per essere tranquilli?

È fondamentale eseguire un controllo in epiluminescenza (mappatura) dei nevi presenti sulla cute almeno una volta l’anno ed i soggetti maggiormente a rischio, cioè quelli con tanti nevi o quelli che hanno già tolto un melanoma è bene che facciano un controllo una volta ogni 6 mesi.

Come si cura un melanoma?

La cura principale del melanoma è rappresentata dalla diagnosi precoce e dalla tempestiva asportazione della lesione. In quanto asportare un melanoma nelle sue fasi iniziali vuol dire salvare la vita al paziente.

Esistono comportamenti che possono ridurre il rischio di sviluppo dei melanomi?

Dato che il fattore ambientale di rischio più importante per lo sviluppo del melanoma è l’esposizione ai raggi UV, il comportamento più corretto per ridurre il rischio di melanoma è proteggersi dai raggi UV con protezioni adeguate ed evitare le ore centrali della giornata (h 12-16).

di Endrius Salvalaggio

Endrius Salvalaggio

Redazione InFormaSalute


InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Endrius Salvalaggio
      Cinzia dal Brolo - Giovanna Bagnara
      Barbara Bagnara

      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):