• Informasalute N.66

    Informasalute N.66

    Febbraio 2019

    Andrea Bizzotto: un libro per amore

    Leggi tutto

  • Informasalute N.65

    Informasalute N.65

    Dicembre 2018

    Davide Dal Maso: premio contro il Cyberbullismo

    Leggi tutto

  • Informasalute N.64

    Informasalute N.64

    Settembre 2018

    Luca Russo: un anno dopo

    Leggi tutto

Bassano Città vista con gli occhi del Commissario De Leo

Fra le novità della Polizia di Stato, il nuovo sportello all’interno dell’ospedale.

Una riorganizzazione strutturale degli uffici del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Bassano, dopo i diversi cambiamenti dovuti a pensionamenti, ad aggiunta di nuovi sportelli, pur mantenendo lo standard quantitativo e qualitativo al fine di dare una risposta sempre qualificata e professionale al cittadino.

Potrebbe essere questa la sintesi dell’attività del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Bassano del Grappa dell’anno che sta volgendo al termine, composto da agenti che per prima cosa sono loro stessi, con le loro famiglie, “cittadini e non marziani, a servizio degli altri ma anche di se stessi per una città sicura e dove vivere diventi una cosa gradevole.” E’ così che ha inizio la nostra intervista al Commissario David De Leo.

L’ultima novità, commissario riguarda la vostra presenza all’interno dell’ospedale…

Provo grande soddisfazione soprattutto per la cittadinanza ed il Direttore Generale del nosocomio dell’Ulss Pedemontana per quella che chiamo “dependance” del commissariato di pubblica sicurezza all’interno dell’ospedale, il nuovo sportello. Questo rappresenta non soltanto la forza di polizia ma un punto per qualsivoglia segnalazione, sia per il personale medico e paramedico ma anche per tutti i cittadini.

Sotto il punto di vista della sicurezza, che valenza ha?

Primariamente serve da servizio di prevenzione: nell’arco diurno abbiamo poliziotti pronti ad ogni intervento urgente. Ricordiamo, ad esempio, che il pronto soccorso gestisce dal punto di vista medico le prime emergenze che spesso sono legate al bisogno di intervento delle forze di pubblica sicurezza, oltre ad episodi che potrebbero essere ricondotti a reati contro il patrimonio.

Per quanto riguarda le manifestazioni di ordine pubblico?

Posso dire che il bilancio è molto buono, soprattutto rispetto agli anni passati quando abbiamo dovuto registrare delle urgenze vere e proprie legate a tafferugli e scontri. Bene, quindi, per quanto riguarda le manifestazioni anche sportive e politiche, quest’ultime legate ad esempio al recente referendum che si sapeva avrebbe richiesto attenzione particolare. Il nostro impegno, adesso, è cercare di mantenere il trand, proseguendo nel nostro modo di agire, ovvero quello di instaurare sempre un dialogo proficuo con tutte le parti interessate con fermezza e disponibilità all’ascolto al tempo stesso, ricordando che le regole devono valere per tutti.

Parliamo del tema clandestini a Bassano…

Come ordine e sicurezza pubblica stiamo andando egregiamente e questo per una ragione ben precisa: qualche anno fa, prevedendo questo tipo di problematica abbiamo instaurato un dialogo poi divenuto sistematico con associazioni laiche e rteligiose, che si sono prese carico della gestione profughi, nonché con l’amministrazione comunale di Bassano. Il dialogo intrapreso ha permesso di gestire la situazione al meglio. Intese che hanno rappresentato una sorta di piccoli tasselli di un mosaico efficace ed efficiente, premiante ad oggi; sono importanti questioni che non si risolvono certo dalla sera alla mattina.

Cosa possiamo dire della micro criminalità?

La nostra attenzione in questo senso è sempre massima: forte il nostro controllo delle volanti sul territorio per quei casi di delinquenza di strada che purtroppo anche a Bassano esiste, ma che arginiamo con continua attività di prevenzione e repressione dei reati. La prima attenzione va allo spaccio di sostanze stupefacenti, ai furti, alla violenza e purtroppo anche alle liti in famiglia che possono sfociare in maltrattamenti, ecc., e pertanto vanno gestite, con coscienza e professionalità specifiche. Posso affermare, comunque, che non vi è un’escalation particolare.

Sappiamo che al Commissariato di Bassano molti cittadini truffati on line si rivolgono a voi…

Sì, esatto. Nel corso degli anni, pur non essendo un specialità di polizia postale, molti dei miei uomini e donne in divisa sono oramai specializzati con passione lodevole in questo tipo di reati informatici. È anche per questo che riusciamo a fornire un’adeguata risposta al cittadino con numerosissimi denunciati all’A.G., senza impegnare oltremodo i colleghi della postale. Basti pensare al grande giro d’affari che ruotava sulla questione delle case-vacanze della scorsa estate. Noi come commissariato siamo stati gli unici nel nord est a capire come funzionavano quelle truffe molto articolate con proposte truffaldine di vacanze soprattutto nel Salento e in Sardegna. Posso dire che nel corso degli anni, la risoluzione dei casi è quasi totalmente assicurata.

David de Leo – Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato, Dirigente Commissariato di Pubblica Sicurezza di Bassano Del Grappa.

di Angelica Montagna

Angelica Montagna

Direttore Responsabile

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):