• Informasalute N.56

    Informasalute N.56

    Aprile/Maggio 2017

    Michele Maio: immunoterapia oncologica.

    Leggi tutto

  • Informasalute N.55

    Informasalute N.55

    Febbraio/Marzo 2017

    Beatrice Lorenzin: medicina del futuro.

    Leggi tutto

  • Informasalute N.54

    Informasalute N.54

    Dicembre 2016

    Lorenza Putignani: l’allattamento il patrimonio genetico materno.

    Leggi tutto

  • Informasalute Ulss3 N.53

    Informasalute Ulss3 N.53

    Dicembre 2016

    Renzo Rosso: sanità e impresa.

    Leggi tutto

  • Informasalute Ulss15 N.23

    Informasalute Ulss15 N.23

    Novembre 2016

    Andrea Bartuli – Primo ambulatorio pediatrico in Italia
    dedicato alle malattie rare

    Leggi tutto

  • Informasalute Ulss15 N.22

    Informasalute Ulss15 N.22

    Settembre 2016

    Andrea Antinori – HIV tutt’altro che debellato

    Leggi tutto

beatrice lorenzin

Via libera alla sanità standardizzata: medicina del futuro

Via libera ad una sanità standardizzata per un’ Italia ancora troppo frammentata.

Quante volte si è sentito parlare delle diversità tra nord e sud; tra il costo di un servizio da una regione all’altra o sulle differenze dei costi della sanità pubblica. In questi giorni, grazie al via libera al patto tra Stato – Regioni sulla sanità digitale, queste differenze dovrebbero essere superate. Infatti, è stato approvato un sistema con un unico linguaggio volto a garantire trasparenza, efficienza ed efficacia su tutto il territorio nazionale.

beatrice lorenzin

Con lo slogan “La #Sanità che vogliamo”, il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sigilla l’uniformità e l’interoperabilità nella trasmissione di dati e servizi del sistema sanitario con straordinarie possibilità sulla telemedicina, sul teleconsulto, sulla telerefertazione e sull’assistenza domiciliare.

Il quadro che emerge dal patto appena sottoscritto pone l’obiettivo di adeguarsi e di sfruttare al meglio le possibilità offerte dal sistema digitale e dalle nuove tecnologie sia nel campo del contenimento dei costi che in quello della trasparenza amministrativa, sia in quello dell’efficienza e della sostenibilità. Per un risparmio che, una volta che il sistema sarà implementato in pieno, potrà essere compreso in una forbice tra gli 8 e i 10 miliardi di euro.

L’accordo prevede tra l’altro che sia una cabina di regia costituita per l’occasione a farsi carico dei compiti di vigilanza e di indirizzo su progetti e operazioni, e sul coordinamento ed il monitoraggio dello stadio di applicazione del patto. Uno strumento, quindi, per far comunicare tra loro, e orientare, anche le sperimentazioni sui territori e mettere a punto un linguaggio comune che consenta a tecnologie e linguaggi differenti di essere interoperabili.

Il tutto con un occhio attento al fatto che le spese non lievitino né crescano rispetto a quelle attuali, con apertura alla collaborazione con i fondi ed i privati. L’implementazione e l’adeguamento tecnologico della sanità infatti potrebbero essere raggiunti, secondo le impostazioni del patto, ricorrendo anche a fondi strutturali già stanziati o in arrivo, quelli della Banca Europea degli investimenti e quelli dei privati che basano la loro strategia, ad esempio, sul project financing e performance based financing.

Una volta stabilito il quadro d’insieme, restano da mettere a punto in modo più specifico le priorità ed i servizi da implementare, che comprenderanno: la telesalute e la continuità assistenziale, il teleconsulto e la telerefertazione, la telediagnosi e il telemonitoraggio, sin ad arrivare al fascicolo sanitario elettronico, alla cartella clinica elettronica ospedaliera e alle questioni legate alla logistica del farmaco.

Fonte Corriere Comunicazione

di Redazione InFormaSalute

Redazione InFormaSalute

Ogni due mesi diamo voce ai medici, agli specialisti e ai responsabili che operano nel territorio per avere risposte, spiegazioni e informazioni sulle questioni di maggior interesse. Senza il team redazionale, nulla di questo sarebbe possibile!

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Roberto Cristiano Baggio

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Angelica Montagna - Endrius Salvalaggio
      Cinzia dal Brolo - Giovanna Bagnara
      Barbara Bagnara

      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):