• Informasalute N.58

    Informasalute N.58

    Agosto/Settembre 2017

    Andrea Stella: una stella sull’oceano

    Leggi tutto

  • Informasalute N.57

    Informasalute N.57

    Giugno/Luglio 2017

    Ilaria Capua: La dolce scienza e l’amara giustizia

    Leggi tutto

  • Informasalute N.56

    Informasalute N.56

    Aprile/Maggio 2017

    Michele Maio: immunoterapia oncologica.

    Leggi tutto

  • Informasalute N.55

    Informasalute N.55

    Febbraio/Marzo 2017

    Beatrice Lorenzin: medicina del futuro.

    Leggi tutto

Cosa prevedono i nuovi LEA: un aggiornamento storico

Cosa prevedono i nuovi LEA: un aggiornamento storico

Il premier Gentiloni recentemente ha firmato il Decreto sui nuovi Lea, un passaggio storico per la sanità italiana, intervenendo su quattro fronti.

1 – definisce attività, servizi e prestazioni garantite ai cittadini dal Sistema sanitario nazionale;

2 – descrive con maggiore dettaglio e precisione prestazioni e attività oggi già incluse nei Lea;

3 – ridefinisce e aggiorna gli elenchi delle malattie rare e delle malattie croniche e invalidanti che danno diritto all’esenzione;

4 – innova i classificatori della specialistica ambulatoriale e dell’assistenza protesica.

Andando con ordine cerchiamo di spiegare i punti della nuova Lea e quanto ci costa.

Classificatore protesico, fecondazione assistita eterologa ed omologa, nuovi vaccini (come l’anti pneumococco, l’anti meningococco e l’anti varicella, ed estende quello per il papillomavirus anche agli adolescenti maschi), screening alla nascita, esenzione dal ticket per chi soffre di endometriosi – malattia spesso dolorosa che riguarda le donne.

Novità anche per la procreazione medicale assistita, con l’eterologa che entra a pieno titolo nelle prestazioni del Sistema sanitario nazionale.

La celiachia passa invece dall’elenco delle malattie rare a quelle croniche.

E poi, esenzioni per ulteriori 118 malattie rare e revisione dell’elenco delle malattie croniche con l’aggiunta di 6 patologie tra cui la broncopneumopatia.

Novità sul anche trattamento dell’autismo e sull’appropriatezza prescrittiva.

Previsti anche i trattamenti contro la ludopatia, le cure per l’adroterapia per la cura dei tumori e la terapia del dolore Queste sono solo alcune delle nuove prestazioni sanitarie che il Servizio sanitario nazionale dovrà garantire secondo quanto previsto dal Decreto Gentiloni sui nuovi Livelli essenziali di Assistenza (Lea), le cure e prestazioni garantite ai cittadini gratuitamente o pagando un ticket.

L’impatto del corposo Dpcm è stato valutato dal Governo in 800 mln (vincolati dal Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica) ma dalle Regioni, nonostante l’intesa, i dubbi sono elevati sul fatto che le risorse non sono sufficienti.

Secondo gli Enti locali per garantire il nuovo pacchetti di prestazioni sono necessari almeno 1,6 mld.

In ogni caso, con i nuovi Lea viene istituita anche la commissione nazionale che avrà il compito ogni anno di aggiornare (aggiungere o togliere) la lista dei livelli essenziali.

Endrius Salvalaggio

Redattore InFormaSalute

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Roberto Cristiano Baggio

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Angelica Montagna - Endrius Salvalaggio
      Cinzia dal Brolo - Giovanna Bagnara
      Barbara Bagnara

      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):