• Informasalute N.68

    Informasalute N.68

    Maggio 2019

    Famila Basket Schio: campione d’Italia. Il Segreto..

    Leggi tutto

  • Informasalute N.67

    Informasalute N.67

    Aprile 2019

    Pietro Zampretti: dalla sala operatoria a Fatima e Santiago

    Leggi tutto

“Prevenzione per i giovani

Alessandro Tich Intervista all’on. Massimo Bitonci, sindaco di Cittadella  I fenomeni, problemi e le istanze del sociale rappresentano uno dei principali banchi di prova per tutte le Amministrazioni comunali, toccando direttamente la vita quotidiana dei cittadini. Quali sono, in questo ampio e delicato campo, le priorità del Comune di Cittadella? “InFormaSalute” lo ha chiesto al sindaco, on. Massimo Bitonci.  – On. Bitonci, parliamo innanzitutto di giovani, una fascia di età cruciale per le politiche sociali. Quali sono, in questo senso, le linee guida del Comune di Cittadella? – “Per quanto riguarda i giovani siamo impegnati in vari progetti di prevenzione dell’alcolismo e dell’abuso di sostanze stupefacenti, sia a livello scolastico che con progetti nostri e con progetti dell’Ulss. Puntiamo molto sull’attività di prevenzione. L’abuso di sostanze stupefacenti è aumentato e si è diversificata la tipologia delle droghe. Anni fa, tra i giovani, era diffusa l’eroina. Oggi purtroppo c’è l’utilizzo di altre sostanze di tipo chimico che sono facilmente reperibili e di bassissimo costo. Anche la cocaina si trova facilmente. L’attività dell’Amministrazione e della scuola è quella di far capire ai ragazzi a cosa incorrono i giovani con l’uso delle droghe, quali sono i danni delle sostanze stupefacenti e qual è il pericolo per la loro vita e per quella degli altri, quando si mettono al volante di una macchina. Inoltre la Polizia Municipale svolge un’attività, scolastica e non, sulla prevenzione di guida, sulla segnaletica stradale e sulle basi dell’educazione civica stradale. E’ un’attività rivolta a tutte le scuole: dalle materne alle elementari e dalle medie alle superiori, compresi anche gli istituti professionali. I vigili fanno quindi lezione per fare scuola di prevenzione. E’ un’iniziativa importantissima, l’educazione civica si comincia già da giovani e riguarda il futuro dei nostri ragazzi.” – Prevenzione sociale in primo piano, dunque. – “Assolutamente. Sempre per i giovani, l’attività dell’Amministrazione comunale è rivolta alla realizzazione e manutenzione di impianti sportivi. Negli anni abbiamo realizzato, presso gli impianti sportivi centrali vicini alle scuole, dei campi da calcio, una pista di atletica, campi da tennis multifunzionali, la pista di hockey e pattinaggio, una piscina. Nella palestra provinciale si svolgono inoltre il basket, la pallavolo eccetera. Puntiamo molto sullo sport perché è un aspetto importante da curare per educare i nostri figli. Attraverso lo sport, lo stare insieme, il confrontarsi a livello agonistico si costruisce un’importante base per la formazione dei ragazzi.” – Un altro importante settore di intervento è la disabilità… – “Sì. Per l’handicap vengono realizzate una serie di iniziative, solitamente in collaborazione con l’Ulss. Come Comune, negli anni, abbiamo specificamente portato avanti il progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche, attraverso una apposita commissione composta dall’assessore al Sociale e dai rappresentanti delle associazioni dei diversamente abili. E’ stato quindi realizzato un piano di abbattimento delle barriere architettoniche nelle piazze, sui marciapiedi e negli edifici pubblici, che sono stati dotati di servoscala e di ascensori con l’eliminazione dei gradini di accesso. In tutte le piazze sono stati inoltre realizzati degli accessi per carrozzine e attraverso le competenti commissioni comunali abbiamo imposto delle regole per le nuove ristrutturazioni dei negozi, obbligando i commercianti a garantire degli accessi a norma per i diversamente abili. Stiamo studiando una proposta uniforme in tutto il centro di Cittadella, che è zona storica. Per i vecchi esercizi commerciali, non ancora adeguati, saranno previsti dei sistemi di pedane removibili per l’accesso ai negozi.” – Per gli altri interventi sull’handicap, come diceva prima, c’è la collaborazione con l’Ulss… – “Con l’Ulss n. 15 vengono attuate varie iniziative per il recupero dei diversamente abili, ad esempio attraverso i Ceod. Nel nostro territorio le attività sociali da anni sono delegate all’Ulss, con un sistema di sinergie che producono a loro volta delle economie di scala. Ricordo che noi, come Comune di Cittadella, versiamo una quota per abitante – per le funzioni delegate all’Ulss – di 23,40 euro, che non è poco. Questo serve per la partecipazione alla copertura di varie voci come assistenti sociali, servizi di prevenzione, piani di zona eccetera.” – E per gli anziani? – “Gli anziani sono un altro ambito fondamentale dei nostri interventi nel sociale. Come Amministrazione comunale – oltre ai contributi economici dati singolarmente nei vari casi di disagio e di chi non arriva alla fine del mese – paghiamo interamente, detratta la quota regionale, la retta degli anziani ospitati all’IPAB (la casa di riposo comunale) quando non hanno sufficienti risorse. Oltre a questo, per gli anziani organizziamo ad esempio le cure termali. Ogni anno vengono organizzati dei pullman per Abano e Montegrotto in collaborazione con la Provincia di Padova. Abbiamo inoltre più associazioni nel territorio che si occupano degli anziani e che lavorano anche con i contributi dell’Amministrazione comunale. Ad esempio in centro, nella sede ex-Enel oggi di proprietà comunale, è attivo un club di ritrovo degli anziani, che è un centro di aggregazione sociale gestito da un’associazione. Ai piani superiori del palazzo ex-Enel ci sono poi delle case per anziani, realizzate dal Comune con l’Ater di Padova, dove le persone possono beneficiare dell’affitto agevolato. Un altro investimento importante, in collaborazione con la Bocciofila Cittadellese, è il campo da bocce in Borgo Treviso realizzato in parte col contributo del Comune, che ha messo il terreno, e in parte coi contributi della parrocchia e della Regione.” – Quali sono i problemi emergenti per l’assistenza agli anziani? – “C’è un aumento delle richieste di assistenza, legate anche alla minore capacità delle famiglie di gestire il “problema anziano” all’interno del nucleo familiare. Ciò ha aumentato il lavoro delle badanti, un fenomeno che, anche se non sempre è stato positivo, ha dato un forte contributo all’assistenza sociale svolgendo un ruolo anche importante all’interno delle famiglie per la gestione di questo tipo di problematiche. Per questo Cittadella è stato uno dei primi Comuni che ha istituito il “Registro comunale delle badanti”. Possono accedere a questo Registro le persone che ne fanno richiesta, con i documenti in regola, che hanno svolto un corso che noi organizziamo in collaborazione con la Croce Rossa di Cittadella. In questo corso vengono insegnati gli elementi fondamentali di primo soccorso e di come trattare gli anziani. Per essere iscritte al Registro comunale, le badanti devono quindi partecipare a questo corso obbligatorio. L’iniziativa ha avuto un ottimo successo: alla prima uscita hanno partecipato già una ventina di badanti che hanno trovato una collocazione all’interno delle famiglie.” – Insomma uno strumento per meglio inserire le badanti nel contesto sociale… – “Il Registro è una novità nel panorama dell’assistenza domestica agli anziani. Rappresenta da una parte una garanzia maggiore per i cittadini e, dall’altra, un esempio del fatto che si può fare integrazione facendo rispettare, a beneficio dei nostri anziani, un minimo di regole.”

Redazione InFormaSalute

Ogni due mesi diamo voce ai medici, agli specialisti e ai responsabili che operano nel territorio per avere risposte, spiegazioni e informazioni sulle questioni di maggior interesse. Senza il team redazionale, nulla di questo sarebbe possibile!

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):