• Informasalute N.68

    Informasalute N.68

    Maggio 2019

    Famila Basket Schio: campione d’Italia. Il Segreto..

    Leggi tutto

  • Informasalute N.67

    Informasalute N.67

    Aprile 2019

    Pietro Zampretti: dalla sala operatoria a Fatima e Santiago

    Leggi tutto

Reni, questi sconosciuti

Paola Mazzocchin   La parola al dr. Maurizio Nordio, primario di Nefrologia e Dialisi dell’Ulss 15 Alta Padovana Il 10 marzo si è celebrata la Giornata Mondiale del Rene, una grande manifestazione per informare i cittadini sulle principali malattie renali, da molti ancora poco conosciute. Secondo le statistiche il 10% della popolazione è colpita dalla malattia renale cronica, con punte che arrivano al 25% nelle persone anziane. In dialisi, fortunatamente, i numeri sono molto più bassi, infatti c’è circa lo 0.1% della popolazione con una netta prevalenza dei maschi (64%) rispetto alle femmine (36%). “Molte malattie renali danneggiano i nostri reni senza sintomi anche per anni, e quando le conseguenze si manifestano, può essere troppo tardi. Solo se la diagnosi è precoce le cure possono essere efficaci e l’evoluzione della patologia molto più lenta” ci spiega il dr. Maurizio Nordio, direttore della Divisione di Nefrologia e Dialisi dell’Ulss15 Alta Padovana. – Dr. Nordio, come si può scoprire una malattia renale? E quali sono le patologie renali più comuni? “ Le malattie renali possono comparire a qualsiasi età, ma sono molto più a rischio le persone con età superiore ai 50 anni. Controllare la propria pressione sanguigna ed effettuare un esame delle urine sono certamente le prime cose da fare per conoscere lo stato di salute dei nostri reni. La malattia renale cronica dipende soprattutto da patologie vascolari e si associa spesso al diabete, all’ipertensione arteriosa, ad arteriosclerosi, obesità e ipercolesterolemia, considerate “patologie del benessere”. Ci sono poi malattie proprie dei reni: le glomerulonefriti (causate da infiammazione dei glomeruli), le nefriti da infezioni o da farmaci, le malattie renali ereditarie come il rene policistico e le lesioni renali secondarie associate a patologie delle vie urinarie, ereditarie o acquisite.” – Quali sono esattamente le funzioni dei nostri reni?                                                                    -“Il rene ha il compito di depurare il nostro organismo da sostanze tossiche, quelle prodotte dall’organismo e quelle introdotte dall’esterno, e di eliminare l’eccesso di acqua e di sali quando sono troppi o di ridurne l’eliminazione quando invece sono carenti. Quando il rene non funziona correttamente queste sostanze si accumulano interagendo con altre patologie.” – Cosa si intende per insufficienza renale?  -“L’insufficienza renale è la condizione che si verifica quando i reni non riescono ad assicurare la normale eliminazione di scorie e l’equilibrio del contenuto dei liquidi corporei.” – Come si cura? Cos’è la dialisi? “La terapia mira soprattutto a rallentare il peggioramento della malattia. In questo senso ci sono opportunità di tipo dietetico (con una dieta a basso contenuto proteico) e di tipo farmacologico, con farmaci antipertensivi che hanno anche una funzione protettiva per i reni. La dialisi è un sistema di depurazione del sangue. Sostituisce la funzione del rene malato per pulire il sangue dalle scorie del metabolismo. Diventa necessaria solo in una fase di malattia molto avanzata, quando il rene non è più in grado di svolgere la propria funzione.” -Parliamo di prevenzione: quali sono le principali condizioni di rischio?                                  -“I fattori di rischio sono soprattutto ipertensione, diabete, obesità, vita sedentaria, invecchiamento, calcoli renali, infezioni ricorrenti e ostruzione delle vie urinarie, ma anche l’uso prolungato di farmaci (specie anti-infiammatori) senza controllo medico e presenza di malattie renali nei familiari.” – Quindi, come possiamo difendere i nostri i reni? -“ Prima di tutto è fondamentale curare le malattie che possono indurre un danno renale, vanno quindi eliminati o controllati i fattori di rischio. In termini di prevenzione è importante adottare uno stile di vita sano, attraverso una corretta alimentazione, evitando cibi troppo calorici, zucchero, dolci, grassi e sale. Fare attività fisica, controllare il peso e la pressione arteriosa, eliminare il fumo ed evitare l’uso prolungato di farmaci tossici per i reni, come gli analgesici o gli antinfiammatori.” – L’Ulss 15 attraverso il reparto di Nefrologia e Dialisi ha aderito, per la prima volta, alla Giornale Mondiale del Rene del 10 marzo scorso. Quale il bilancio e l’importanza di questa manifestazione? -“Abbiamo aderito alla campagna di sensibilizzazione con un camper speciale, allestito in Piazza Scalco a Cittadella e con un punto informativo all’Ospedale di Camposampiero come spazi dedicati alla prevenzione. Sono stati numerosi i cittadini che si sono sottoposti alla misurazione gratuita della pressione e all’esecuzione di un esame delle urine e hanno ricevuto il materiale informativo della Fondazione Italiana del Rene. L’accesso al servizio è stato continuo dalle 9.00 alle 14.00. Il nostro obiettivo è di lavorare sulla popolazione per una prevenzione. Fondamentale quindi è anche la collaborazione con i medici di base, per identificare quanto prima chi ha bisogno di cure.”

Redazione InFormaSalute

Ogni due mesi diamo voce ai medici, agli specialisti e ai responsabili che operano nel territorio per avere risposte, spiegazioni e informazioni sulle questioni di maggior interesse. Senza il team redazionale, nulla di questo sarebbe possibile!

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):