• Informasalute N.91

    Informasalute N.91

    GIUGNO 2022

    UCRAINA CHIAMA: OTB RISPONDE

    Leggi tutto

  • Informasalute N.90

    Informasalute N.90

    APRILE-MAGGIO 2022

    Prof. Mauro Ferrari

    IL GIGANTE DELLA NANOMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.89

    Informasalute N.89

    FEBBRAIO 2022

    D.ssa Maria Grazia Carraro Direttore Generale Ulss1 Dolomiti

    TERRITORIO VASTO E ALTO INDICE DI VECCHIAIA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.88

    Informasalute N.88

    NOVEMBRE-DICEMBRE 2021

    Paolo Fortuna Direttore Generale ULSS 6 EUGANEA

    DA PADOVA IL FORTE APPELLO A VACCINARSI

    Leggi tutto

Cellulite

Come combattere la cellulite

Cellulite

Come combattere la cellulite:

non solo inestetismo ma vera e propria malattia.

La cellulite rappresenta un incubo per la maggior parte delle donne, proprio perché molte ne sono affette. La classica pelle a “buccia d’ arancia” non piace a nessuna. Ma di che cosa si tratta esattamente e perché colpisce soprattutto le donne? Lo abbiamo chiesto ad uno specialista, cercando i migliori consigli per combatterla.

Quando parliamo di cellulite, facciamo riferimento ad una malattia. E’ esatto?

Assolutamente sì: già il finale della parola “ite” ci dà indicazione di un’infiammazione dei tessuti. Nell’ uso medico viene chiamata anche “lipodistrofia ginoide”, o “pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica”, ovvero una malattia dell’ipoderma caratterizzata da edema interstiziale e aumento del grasso sottocutaneo.

Non è forse normale e fisiologico nel corpo di una donna?

Non è esattamente fisiologico, perché si tratta di una vera e propria malattia dell’ipoderma; si crea un edema dell’interstizio fra le cellule ed un aumento del grasso sottocutaneo. Ancora, non possiamo dire che è fisiologico, perché di fatto, alcune donne non presentano cellulite.

La cellulite compare anche da giovani?

Direi di sì. Io ho pazienti che hanno appena superato la pubertà, vale a dire sui 14/15 anni. E’ vero che con l’età tende ad aumentare, ma non possiamo dire che si tratta di una malattia che arriva soltanto da una determinata e precisa età in poi.

Quali sono le zone del corpo maggiormente colpite?

Nella maggioranza dei casi colpisce la zona dei fianchi, dei glutei e delle cosce.

L’uomo ne è affetto?

Sì, ma in maniera decisamente minore. L’uomo tende, ad esempio, ad soffrire meno di cellulite per questioni ormonali.

Le persone che soffrono di cellulite sono sempre obese?

Assolutamente no. La persona può essere anche magra, anche se va detto che il sovrappeso e l’ obesità possono far parte di quelle aggravanti di cui parlavamo in precedenza.

Quali possono essere i fattori aggravanti nella cellulite?

Vita sedentaria, alimentazione errata. Va però ricordato che le cause sono sostanzialmente genetiche. Vale a dire che se la mamma ha la cellulite, anche le figlie saranno predisposte a soffrirne. Quando parlo di alimentazione mi riferisco soprattutto ad un soggetto predisposto, il che aggrava la situazione. Mi riferisco, nel dettaglio, a cibi ipercalorici e sale in eccesso che porta ad una ritenzione idrica. Altre cause sono lo stress ed il fumo. Lo stress per il livello di ormoni ed il fumo per la sua azione ossidativa e di aumento di radicali liberi. Il fumo, quindi, peggiora anche il quadro clinico della cellulite!

Come curarla?

Esistono dei trattamenti topici, i massaggi, la pressoterapia, le infiltrazioni all’interno del tessuto adiposo di sostanze attive, la liposuzione o la carbossiterapia, ovvero la somministrazione per via sottocutanea e per via cutanea di anidride carbonica allo stato gassoso che dà uno stimolo a produrre più capillari per avere più ossigeno e al fine di migliorare lo stato della circolazione sanguigna della zona.

E’ indicato bere sostanze drenanti?

Il classico prodotto naturale che viene consigliato in questi casi è la  Bromelina, un estratto da gambo fresco d’ananas che aiuta come diuretico naturale.

Che cosa evitare ancora, per combattere la cellulite?

Da evitare la postura eretta mantenuta a lungo che può essere peggiorativa, le gambe accavallate per troppo tempo o l’indossare pantaloni troppo stretti. Tutte abitudini che, come detto, possono peggiorare un quadro già esistente.

La cellulite è una malattia che può tornare?

Certo, in qualsiasi momento, soprattutto in chi è predisposto. Insomma, non bisogna mai abbassare la guardia.

di Angelica Montagna

Angelica Montagna

Direttore Responsabile

Dr. Edoardo Zattra

Specialista in Dermatologia

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):