• Informasalute N.91

    Informasalute N.91

    GIUGNO 2022

    UCRAINA CHIAMA: OTB RISPONDE

    Leggi tutto

  • Informasalute N.90

    Informasalute N.90

    APRILE-MAGGIO 2022

    Prof. Mauro Ferrari

    IL GIGANTE DELLA NANOMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.89

    Informasalute N.89

    FEBBRAIO 2022

    D.ssa Maria Grazia Carraro Direttore Generale Ulss1 Dolomiti

    TERRITORIO VASTO E ALTO INDICE DI VECCHIAIA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.88

    Informasalute N.88

    NOVEMBRE-DICEMBRE 2021

    Paolo Fortuna Direttore Generale ULSS 6 EUGANEA

    DA PADOVA IL FORTE APPELLO A VACCINARSI

    Leggi tutto

Editoriale

Alessandro Tich   Sesso debole? Ma chi lo ha detto? In diverse occasioni, scrivendo per questa rivista, abbiamo già avuto modo di sottolineare quanto il motore della nostra società sia mosso oggi dall’energia e dalla grande forza, innanzitutto interiore, delle donne. Protagoniste, con i loro diversi ruoli, di quello che potremmo chiamare un vero e proprio pentathlon moderno dell’attuale società: mogli o compagne, madri, lavoratrici, donne di casa e donne socialmente impegnate. Donne creative e donne in carriera, donne nello sport e donne nel volontariato: sono solo alcuni dei tanti e diversificati ambiti in cui l’altra metà del cielo dimostra – con i fatti, coi risultati e con l’esempio – di avere gli attributi, conquistati a suon di sforzi, impegno e sacrifici che nulla hanno da invidiare ai “colleghi” maschi. E continuando, contemporaneamente, a svolgere il ruolo insostituibile di punto di riferimento, in tutti i sensi, della famiglia. L’universo femminile, proprio per questo, merita e reclama rispetto e attenzione. Non è sempre così, purtroppo: e i tanti, troppi casi di violenza sulle donne che emergono dalle cronache quotidiane – aggiunti ai tanti, troppi casi che invece non emergono perché tacitati all’interno delle pareti domestiche – stanno a ricordarcelo. Ma c’è anche chi, da un punto di vista autorevole e di chiarissima fama, colma il vuoto di riconoscenza nei confronti del vero sesso forte, esprimendo nei suoi confronti un atto di gratitudine e di ammirazione incondizionato. E’ il professor Umberto Veronesi: l’oncologo di fama mondiale, direttore scientifico dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano e creatore della Fondazione per la ricerca scientifica che porta il suo nome, che ha scritto un libro intitolato “Dell’amore e del dolore delle donne”. Un omaggio personale ed affettuoso che il celebre medico, chirurgo e ricercatore ha voluto dedicare alle donne con le quali ha condiviso sentimenti – prima su tutte, sua madre Erminia -, amicizie e lavoro. Raccontando – senza barriere, imbarazzi o forzature – storie ed esempi di battaglie al femminile contro la malattia, aspetto inevitabile nel percorso umano e professionale dell’eminente autore, “ma anche contro la paura, la guerra, i pregiudizi, l’ipocrisia”. “Amo le donne – spiega il professore – perché ho passato la vita con loro, condividendone i momenti del dolore, della sofferenza e qualche volta anche della morte. Con gli anni ho cominciato ad apprezzare la forza delle donne e la loro volontà di opporsi agli eventi sfavorevoli e di assorbire qualsiasi disagio pur di essere di utilità ai figli e alla famiglia, di cui la donna è l’elemento portante.” Un’attenzione e una sensibilità verso la componente rosa del genere umano grazie alle quali il celebrato oncologo è l’unico uomo che può fregiarsi dell’insolito e simbolico titolo di “donna ad honorem”, conferitogli qualche anno fa da un gruppo di socie di un sodalizio femminile di Roma e del quale il diretto interessato si dichiara – pubblicamente – ancora più orgoglioso di tutte le lauree honoris causa e dei tanti riconoscimenti accademici ottenuti nel corso della sua lunga e onoratissima carriera. Prendendo spunto dagli argomenti affrontati nel suo libro, ma allargando il suo intervento anche ai temi sempre attuali e molto sentiti della lotta contro il cancro e della prevenzione oncologica, il professor Umberto Veronesi ha incontrato il pubblico lo scorso 4 luglio nel Palazzo della Ragione di Padova, prestigiosa sede del Festival Artistico e Letterario “Cultura Padova”, organizzato dal promoter bassanese Salvo Nugnes. All’atteso e partecipato appuntamento padovano era invitato ed era presente anche InFormaSalute, che all’incontro ravvicinato con l’illustre oncologo dedica la sua storia di copertina. Un omaggio che a nostra volta dedichiamo alle nostre lettrici, ma che consigliamo caldamente di non perdere, sfogliando le pagine di questo numero, anche ai nostri lettori.

Alessandro Tich

Condirettore

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):