• Informasalute N.91

    Informasalute N.91

    GIUGNO 2022

    UCRAINA CHIAMA: OTB RISPONDE

    Leggi tutto

  • Informasalute N.90

    Informasalute N.90

    APRILE-MAGGIO 2022

    Prof. Mauro Ferrari

    IL GIGANTE DELLA NANOMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.89

    Informasalute N.89

    FEBBRAIO 2022

    D.ssa Maria Grazia Carraro Direttore Generale Ulss1 Dolomiti

    TERRITORIO VASTO E ALTO INDICE DI VECCHIAIA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.88

    Informasalute N.88

    NOVEMBRE-DICEMBRE 2021

    Paolo Fortuna Direttore Generale ULSS 6 EUGANEA

    DA PADOVA IL FORTE APPELLO A VACCINARSI

    Leggi tutto

Editoriale – Il mestiere più antico del mondo

Alessandro Tich

Qual è il mestiere più antico del mondo? No, non è quello che si pensa comunemente.
E’ il mestiere di genitore: difficile perché ricco di incognite, impegnativo perché non concede pause. Non ha apprendistato e non prevede il part-time, né tanto meno ferie o riposi festivi. Si impara sul campo, e una volta appresi i fondamenti bisogna continuamente correggere il tiro – senza disporre di corsi di aggiornamento – perché i figli, nel frattempo, crescono e con loro cambiano i problemi, le attese, i sogni e le esigenze. 
E’ un mestiere che non offre profitti immediati, ma un progressivo investimento di risorse. E quando poi passiamo alla cassa, mentre i figli si affacciano alla vita adulta, il guadagno a cui dobbiamo aspirare è uno solo: la loro fiducia. Un bene preziosissimo e durevole: perché – se siamo stati in grado di guadagnarlo – dura tutta la vita, rivalutandosi negli anni.
Ma come è possibile affrontare le mille sfide del nostro quotidiano, districarsi tra cartellini da timbrare e mutui o bollette da pagare e avere il tempo e il modo, allo stesso momento, di essere genitori presenti e consapevoli?
La risposta, come canterebbe Bob Dylan, soffia nel vento. Non c’è una ricetta scritta, non è disponibile alcun manuale e non esistono regole certe, preconfezionate e buone per tutti. 
Il “cosa fare” con un figlio, in più delle volte, dipende dalla nostra storia personale, dalle nostre passioni e dalla nostra sensibilità: diverse, e irripetibili, da genitore a genitore. E’ invece sul “cosa non fare” che possiamo meglio richiedere istruzioni e consigli a chi, su quella grande corsa a ostacoli che è l’educazione dei figli, ha qualcosa di importante da dire. 
E’ il caso di Don Antonio Mazzi, sacerdote in prima linea, a cui “InFormaSalute”, fedele alla sua mission di “rivista utile per la famiglia”, dedica in questo numero la storia di copertina. 
Con quel suo volto simpatico e rassicurante, in grado di “bucare” i teleschermi nazionali, Don Mazzi è in realtà un pedagogista schietto e scomodo che non le manda certo a dire sui tanti errori in agguato, da parte degli adulti, nella crescita dei ragazzi. Che ha scritto un libro dove indica, provocatoriamente, “come rovinare un figlio in 10 mosse”. E che non esita a sottolineare, come ha  fatto a Bassano intervenendo a una serata con l’autore, “che la vera nascita di un figlio avviene durante l’adolescenza”. Mettendo in guardia padri e madri sull’inevitabile frattura tra il periodo dell’infanzia (“una sala prove per la famiglia”) e il tempo della pubertà dove le certezze educative, senza i giusti approcci e l’opportuna psicologia, rischiano di naufragare. 
Insomma: gli esami, per i genitori, non finiscono mai. E devono far fronte alle tante e sempre nuove sirene che con il loro canto ammaliante richiamano l’attenzione dei nostri ragazzi, invitandoli a stili di vita non certo positivi per il loro benessere.
L’ultima tendenza, in tema di devianze giovanili, si chiama “binge drinking”: è il “bere compulsivo” che spinge moltissimi adolescenti a ricercare o sballo alzando il gomito oltremisura, consumando più bicchieri in modo rapido e consecutivo, per superare quanto prima i limiti di tolleranza alcolica fino ad ubriacarsi.
Un fenomeno purtroppo emergente di cui si occupa un altro articolo della nostra rivista, con un’intervista al dr. Giovanni Greco, vicepresidente della Società Italiana di Alcologia, che su questo e altri problemi collegati all’abuso di alcol tra i minori tiene da anni – anche nel nostro territorio – incontri e conferenze con genitori, studenti e educatori. 
Sono argomenti che spiazzano gli adulti, perché il più delle volte, sulle “fughe” dei nostri figli, ci troviamo impreparati. Proprio per questo dobbiamo continuare a studiare e ad aggiornarci.
Il mestiere più antico del mondo esige impegno, diligenza e applicazione  Così facendo, diventerà anche il mestiere più bello.

Alessandro Tich

Condirettore

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):