• Informasalute N.90

    Informasalute N.90

    APRILE-MAGGIO 2022

    Prof. Mauro Ferrari

    IL GIGANTE DELLA NANOMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.89

    Informasalute N.89

    FEBBRAIO 2022

    D.ssa Maria Grazia Carraro Direttore Generale Ulss1 Dolomiti

    TERRITORIO VASTO E ALTO INDICE DI VECCHIAIA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.88

    Informasalute N.88

    NOVEMBRE-DICEMBRE 2021

    Paolo Fortuna Direttore Generale ULSS 6 EUGANEA

    DA PADOVA IL FORTE APPELLO A VACCINARSI

    Leggi tutto

  • Informasalute N.87

    Informasalute N.87

    OTTOBRE 2021
    BASTA!

    Leggi tutto

LA CONSAPEVOLEZZA COME STRATEGIA PER MIGLIORARE LA SALUTE PSICO-EMOTIVA E RIDURRE LO STRESS

Come la pratica della terapia “mindfulness” può favorire il benessere psicologico e la qualità della vita: una esperienza con donne affette da cancro al seno.

A cura di Samantha Serpentini e Letizia Iannopollo

Team Psiconcologico

Breast Unit Interaziendale – IOV (Istituto Oncologico Veneto)

Nel presente articolo si intende descrivere l’esperienza di un percorso psicoterapeutico di gruppo, fondato sulla tecnica “mindfulness”, effettuato con pazienti affette da carcinoma mammario presso la Breast Unit Interaziendale dell’Istituto Oncologico Veneto (IOV); l’obiettivo del progetto è quello di implementare la salute psico-emotiva e, in generale, la qualità di vita delle donne, attraverso l’utilizzo di componenti comportamentali, cognitive ed emotive. Tale bisogno deriva dal fatto che la malattia oncologica può comportare significativi cambiamenti e limitazioni nella qualità di vita e nel benessere psicologico personale e familiare, durante tutto il percorso di malattia e di cura.

Per questo motivo è di primaria importanza intervenire, al fine di consentire nelle pazienti la riscoperta e la rinnovata fiducia nelle proprie capacità di adattarsi e reinventarsi, ripartendo dagli eventi ed accadimenti, anche dolorosi, che mettono in crisi la propria storia di vita. Ciò è funzionale ad una ripresa delle diverse attività, in cui quotidianamente si è coinvolte come donne, mogli, madri: attività lavorativa, sociale, affettiva. A tale scopo il trattamento oncologico rivolto alle pazienti con cancro al seno prevede e comprende l’impiego del supporto psico-oncologico nelle diverse fasi della malattia.

La “mindfulness” possiamo definirla come una capacità della mente, ovvero quella di essere consapevole della vita “momento per momento”.  Questa attitudine è detta “presenza mentale”, poiché durante la pratica e con l’allenamento costante si può imparare a riconoscere il modo in cui viviamo le nostre esperienze: abituati inconsapevolmente ad utilizzare ripetitivi schemi di pensiero e di comportamento, che diventano con il tempo come un “pilota automatico”. Ciò ha come conseguenza quella di agire senza riflettere sui significati emotivi, relazionali ed affettivi dell’esperienza che stiamo vivendo “qui ed oggi”, e purtroppo senza comprenderla davvero; purtroppo, si tende a comportarsi senza fare attenzione alla propria esperienza nel momento in cui accade, agendo in modo condizionato.

La meditazione “mindfulness”, basata sulla consapevolezza,
vuole anche consentire alle pazienti un percorso di accettazione non giudicante, di comprensione, di scelta e soprattutto di libertà: fisica e psicologica. Questo particolare tipo di consapevolezza implica la possibilità di riconoscere ciò che accade per com’è e l’attenzione viene rivolta a quanto sta avvenendo in quattro ambiti di esperienza: Sensazioni (corpo), Pensieri (mente), Emozioni (mente-corpo), Comportamento (azione)

Per vivere pienamente l’esperienza di vita nella sua complessità è necessario dedicarsi del “tempo”, fermarsi ed ascoltare ciò che sta avvenendo in noi; ma, affinché abbia un valore di ricchezza, va accompagnato da un atteggiamento specifico: essere compassionevoli. Nutrire o sviluppare un atteggiamento compassionevole vuol dire accendere una luce calda, che accompagni l’esperienza di vita, connotandola di una “intenzione amorevole” verso se stessi e verso gli altri che vivono intorno a noi.

Numerose ricerche scientifiche, ormai diffuse in tutto il mondo, dimostrano l’efficacia delle tecniche di meditazione nel cambiare il rapporto con se stesso, diminuendo aspetti di criticità e svalutazione, e favorendo la capacità di nutrire una relazione affettuosa, compassionevole e  supportiva della persona nei confronti della propria esperienza: vissuti emotivi, pensieri, comportamenti, sensazioni, con il desiderio di ottenere serenità, pace e speranza, nell’aumentare la consapevolezza dei propri stati interiori, nel migliorare la capacità di ridurre esperienze di stress, psicologico ed emotivo.

L’intervento “mindfulness”, da noi effettuato per le donne con cancro al seno presso la Breast Unit dello IOV, ha avuto come obiettivo quello di consentire benefici che vanno dal rilassamento alla riduzione dei sintomi di distress psicologico, come ad es. ansia, demoralizzazione, difficoltà quotidiana nel portare avanti i propri impegni ed attività. La modalità psicoterapeutica di gruppo rappresenta la possibilità di ricreare un contesto sociale supportivo, in cui la paziente possa sentirsi accolta, riconosciuta ed al sicuro nel condividere i propri pensieri, emozioni e difficoltà.

Il percorso prevede 8 incontri, con cadenza settimanale, nei quali allenarsi ad apprendere un nuovo modo di stare con se stesse ed iniziare a relazionarsi con la propria sofferenza psico-emotiva con atteggiamento gentile; la finalità è quella di promuovere nella paziente la capacità di trattarsi con affetto e cura, proprio come farebbe con una persona cara a cui vuole bene con il desiderio di alleviare la sua sofferenza. Tali incontri psicoterapeutici stimolano nelle partecipanti la possibilità di ritornare a relazionarsi con il proprio corpo, ascoltandolo e lasciandogli svolgere il suo naturale ruolo di sostegno: il corpo come luogo a cui rivolgersi in cerca di un valido alleato per riposare mente e corpo, in una relazione di fiducia ed attenzione, motivate dal sincero desiderio di esprimere a pieno il proprio potenziale.

Le pazienti che hanno partecipato al nostro gruppo hanno riferito successivamente un miglioramento nella capacità di gestire i loro diversi stati emotivi, avendo appreso modalità semplici ed intuitive con cui poter calmare attività della mente, come rimuginare, distrarsi, amplificare la sofferenza, e prestarvi attenzione in modo consapevole ed amorevole. È apparso, inoltre, recuperato un rapporto mente-corpo in cui quest’ultimo può essere utilizzato per riposare, accettando esperienze come tensione, agitazione, dolore, come strumenti ed occasioni per fermarsi e ritrovare una relazione di equilibrio psico-corporeo.

Un fattore certamente significativo, riscontrato nelle donne partecipanti al percorso, sembra essere la riduzione della tendenza alla lotta con se stesse per essere “diversamente da ciò che si è”; ciò arrivando a comprendersi e rispettarsi, sia per le risorse che per le debolezze che si riconosce di avere, senza continuare a connotarle con un atteggiamento giudicante o svalutante.

Presso il nostro servizio si continua ad effettuare incontri periodici basati sulle tecniche di meditazione “mindfulness”, con l’obiettivo di fornire alle pazienti un continuo spazio di confronto e monitoraggio delle competenze e dei benefici appresi; inoltre, si ritiene importante sostenere i preziosi legami affettivi che nei diversi incontri si sono costruiti e mantenuti tra le donne affette da cancro al seno partecipanti, affinché nessuna debba sentirsi mai sola di fronte all’esperienza di malattia.


InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):