• Informasalute N.91

    Informasalute N.91

    GIUGNO 2022

    UCRAINA CHIAMA: OTB RISPONDE

    Leggi tutto

  • Informasalute N.90

    Informasalute N.90

    APRILE-MAGGIO 2022

    Prof. Mauro Ferrari

    IL GIGANTE DELLA NANOMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.89

    Informasalute N.89

    FEBBRAIO 2022

    D.ssa Maria Grazia Carraro Direttore Generale Ulss1 Dolomiti

    TERRITORIO VASTO E ALTO INDICE DI VECCHIAIA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.88

    Informasalute N.88

    NOVEMBRE-DICEMBRE 2021

    Paolo Fortuna Direttore Generale ULSS 6 EUGANEA

    DA PADOVA IL FORTE APPELLO A VACCINARSI

    Leggi tutto

La priorità è il cittadino

A cura della Redazione Intervista a Renato Roberto Miatello, sindaco di San Giorgio in Bosco Salute, lavoro, famiglie in difficoltà, giovani, anziani. Sono queste le aeree d’intervento su cui il Comune di San Giorgio in Bosco indirizza, anche per il 2014, risorse e progetti condivisi. “Nell’arco di cinque anni abbiamo stanziato più di 100.000 euro in contributi assistenziali – ci dice il sindaco, Renato Roberto Miatello. –  Nel 2013 sono stati riservati oltre 30.000 euro al sociale, in gran parte utilizzati per fronteggiare l’emergenza crisi che ha colpito duramente molte famiglie del territorio.” “Diverse realtà economiche locali hanno chiuso nell’ultimo anno, la crisi ha toccato un buon 30% delle nostre imprese – precisa il vicesindaco Virginio Zanin. – Le conseguenze, a livello sociale, sono evidenti.” “Numerosi  anche i casi di famiglie dove entrambe i coniugi hanno perso di punto in bianco il lavoro, spesso perché impiegati nella medesima azienda che ha chiuso i battenti – aggiunge Nicola Pettenuzzo,  assessore al sociale e alla sanità del Comune di San Giorgio in Bosco. –  E’ completamente cambiato negli anni il tipo di utenza che chiede un sostegno. ” “La nostra priorità è il cittadino – evidenzia il sindaco – e anche il 2014 ci vede fortemente impegnati in un ampio lavoro di squadra per dare segnali concreti. Un esempio è il primo ambulatorio sociale d’Italia che abbiamo inaugurato a settembre 2013 per dare la possibilità ai nostri concittadini di essere assistiti da medici altamente specializzati, a costo zero per i residenti meno abbienti. E’ il risultato di mesi e mesi di lavoro e di una sinergia che ha coinvolto il comune , l’Ulss15 e l’Associazione Territorio e Vita.org presieduta da Valter Torresin. Un centro di informazione sanitaria avanzato messo a disposizione dal Comune presso la barchessa sud di Villa Bembo, con le attrezzature donate dall’Associazione Territorio e Vita.org, dove gli specialisti ricevono i pazienti.  Ad oggi sono stati realizzati 18 interventi grazie al lavoro dei medici che, ricordo, prestano la loro attività professionale gratuitamente, fuori dall’orario di lavoro e per semplice spirito di volontariato.” – Lavoro e cittadini in difficoltà economiche: il comune come risponde? -“Grazie ad una rete di collaborazioni abbiamo dato vita ad una serie di iniziative ormai consolidate, come le Borse Lavoro nell’ambito del più ampio “progetto lavoro con la società di servizi Etra”, condivise con i Servizi di Inserimento al Lavoro dell’Ulss15. Grazie a questo progetto Etra ha assunto diversi lavoratori. Il Comune ha aderito proponendo una rosa di 4 persone che a partire dal mese di Marzo  saranno impiegate per lavori di pulizia e manutenzione delle aree pubbliche. I lavoratori vengono selezionati sulla base di requisiti precisi: devono avere età superiore a 35 anni, essere disoccupati e senza ammortizzatori sociali, con una soglia ISEE non superiore a 15.000 euro. Oltre, naturalmente, ai contributi riservati ai cittadini in particolari situazioni di disagio, per far fronte alle principali necessità ed emergenze.” – Giovani: quali le principali iniziative in atto? -“Nel 2013 abbiamo promosso una serie di incontri aperti al pubblico sul tema del bullismo e proiettato nelle scuole primarie un film documentario sulla delicata questione, sentita anche nel nostro territorio. Il comune ha aderito ad un progetto voluto dalla Fondazione Zancan Emanuela e De Leo Fund e denominato “Crescere” al quale hanno partecipato 83 comuni della provincia di Padova. Da un’indagine realizzata nell’ambito del progetto è emerso che il 49% dei ragazzi intervistati è stato vittima di bullismo. Anche per il 2014 vogliamo tenere monitorata la situazione attraverso iniziative ad hoc e mettendo in campo esperti a sostegno dei ragazzi e delle famiglie vittime di bullismo. In collaborazione con l’assessorato alla cultura stiamo inoltre definendo progetti mirati sulla seria questione del cyber-bullismo e delle delicate problematiche del mondo delle net-generation.” -Anziani, quale sostegno? -“ L’ampia sfera di servizi dedicati all’Area Anziani rientra tra i servizi delegati all’Azienda Ulss15. Sono stati organizzati molteplici incontri su temi legati alla salute nella terza età, spaziando dalle patologie più frequenti ai corretti stili di vita e di alimentazione.. Sono stati inoltre organizzati dall’Assessore alle Politiche per gli Anziani Enrica Zanon vari corsi sull’uso del computer, di internet e di prevenzione contro le truffe. Sono attivi corsi di ginnastica per la terza età in collaborazione con la Pro Loco; sono stati inoltre attivati soggiorni climatici e varie attività in acqua termale. Crediamo molto nell’importanza dell’informazione, soprattutto in tema di salute e prevenzione. Nel febbraio 2013 abbiamo inaugurato il nuovo centro anziani dove vengono organizzati incontri ludici, ricreativi, culturali e sociali per favorire e rafforzare la conoscenza reciproca dando la possibilità di vincere la solitudine propria della popolazione anziana uscendo di casa per vivere interessanti esperienze insieme.  I servizi sociali comunali per l’area anziani si occupano inoltre dell’integrazione delle rette per la casa di riposo.” -A tal proposito, anche il comune di San Giorgio in Bosco aderisce a “Progetto Screening”, di cosa si tratta? -“E’ una bella opportunità riservata solo ai residenti. Basterà compilare l’apposito modulo a disposizione presso l’ambulatorio del proprio medico curante e consegnarlo entro il 14 marzo nell’urna che si trova all’interno del Comune, per usufruire di una visita medica gratuita presso l’ambulatorio “Toni Bordignon” di Villa Bembo, secondo le date riportate nel modulo. Sono previste visite ortopediche (sabato 15 marzo), di misurazione pressoria, colesterolo e glicemia (domenica 6 aprile) e una visita medica per artrosi (sabato 10 maggio). Il progetto, frutto della collaborazione con l’Associazione Territorio e Vita.org,  prevede inoltre tre serate rivolte alla cittadinanza  che si terranno alle 21.00 nella Sala Consiliare rispettivamente giovedì 13 marzo sul tema “La patologia degenerativa dell’anca, stato dell’arte”; Giovedì 8 maggio su “Artrosi: cause e rimedi” e giovedì 3 aprile su “Diabete Mellito”.

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):