• Informasalute N.90

    Informasalute N.90

    APRILE-MAGGIO 2022

    Prof. Mauro Ferrari

    IL GIGANTE DELLA NANOMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.89

    Informasalute N.89

    FEBBRAIO 2022

    D.ssa Maria Grazia Carraro Direttore Generale Ulss1 Dolomiti

    TERRITORIO VASTO E ALTO INDICE DI VECCHIAIA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.88

    Informasalute N.88

    NOVEMBRE-DICEMBRE 2021

    Paolo Fortuna Direttore Generale ULSS 6 EUGANEA

    DA PADOVA IL FORTE APPELLO A VACCINARSI

    Leggi tutto

  • Informasalute N.87

    Informasalute N.87

    OTTOBRE 2021
    BASTA!

    Leggi tutto

Radiologia: Un nuovo servizio a domicilio

iStock_000009260879Large

Un nuovo servizio a domicilio: una radiologia complementare della Ulss 15

Da un paio di mesi è stato avviato il nuovo servizio di radiologia domiciliare, un servizio che permetterà di svolgere le tradizionali radiografie direttamente a casa di quei pazienti che sono impossibilitati a raggiungere l’ospedale. Questo è possibile perché le radiologie di Camposampiero e Cittadella sono dotate di apparecchiature e tecnologie tra le più avanzate della Regione Veneto, in grado di produrre, gestire e archiviare immagini solo digitali e, grazie ad un sistema informatico integrato, in grado di inviare e ricevere immagini radiologiche anche all’esterno dell’ospedale. Per questo nuova opportunità incontriamo il Direttore dott. Ernesto Bissoli.

Dott. Bissoli ci può dire come è nata l’idea di questo nuovo servizio?

«Il progetto nasce circa tre anni fa, come proposta dei capotecnici Demo e Moretti della radiologia di Camposampiero, per cercare di dare risposta alle richieste regionali e della direzione dell’ULSS 15 di riduzione dei costi in sanità, di razionalizzazione delle risorse umane e tecnologiche, di riduzione degli accessi impropri in ospedale e al Pronto Soccorso e di potenziamento delle forme di assistenza domiciliare».

Come funzionerà il servizio di radiologia a domicilio?

«Un tecnico di radiologia si recherà presso il domicilio del paziente con l’attrezzatura specifica sistemata dentro due valigie. In una valigia sarà contenuta la cassetta radiologica digitale trasportabile (Direct Radiography), il tablet PC per la visualizzazione immediata della radiografia e un trasmettitore wireless per la trasmissione a distanza delle immagini tramite onde radio o tramite la rete internet. Nell’altra valigia sarà contenuto il tubo radiogeno e lo stativo orientabile, vale a dire un treppiedi metallico al quale appendere il tubo radiogeno. Una volta collegato il tubo a una normale presa elettrica (presa domestica), il tecnico, con un semplice interruttore, darà il comando di emissione dei raggi necessari per indagare la parte di corpo del paziente da esaminare. Il tecnico radiologo, eseguita la radiografia, provvederà all’invio via web delle immagini al medico radiologo in turno nel rispettivo ospedale di Cittadella o di Camposampiero. Inviate le radiografie si congederà dal paziente».

Chi potrà usufruirne?

«Tutti i pazienti affetti da gravi patologie, allettati o con importanti difficoltà nella deambulazione; in particolare gli utenti con esenzione del ticket in ADI (Assistenza Domiciliare Integrata) o seguiti dal Nucleo Cure Palliative o degenti nelle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) o in Hospice o nelle Unità Riabilitative Territoriali o negli ospedali di Comunità».

Quali sono le modalità di richiesta del servizio?

«Il medico di medicina generale o il medico della RSA farà una richiesta tramite impegnativa, indicando il motivo per cui l’esame viene richiesto a domicilio, che provvederà ad inoltrarla via fax o via mail alle segreterie di riferimento. Da lì, la richiesta sarà inoltrata alla segreteria di Radiologia dove il medico radiologo di turno convaliderà la richiesta. La convalida si rende necessaria perchè, per legge, ogni esposizione ai raggi x deve essere giustificata e la responsabilità di dare raggi ai pazienti spetta al Medico radiologo. La segreteria della radiologia quindi fisserà data e ora dell’appuntamento raccogliendo tutte le informazioni utili per raggiungere il domicilio del paziente, compreso un numero telefonico dei familiari per eventuali difficoltà e imprevisti».

Le figure professionali che eseguiranno la radiologia a domicilio sono le stesse che praticano la radiologia nella Ulss 15?

«Sì però, oltre al personale della radiologia (segretaria, tecnico e medico), saranno coinvolti anche il medico di medicina generale o il medico della RSA e il personale amministrativo dei servizi di cure domiciliari di Vigonza e di Cittadella».

La qualità dell’esame radiologico fatto a domicilio sarà simile a quello fatto all’interno della Ulss?

«Con l’attuale tecnologia gli esami fatti al domicilio sono perfettamente sovrapponibili a quelli fatti in corsia ospedaliera al letto del paziente ricoverato, sia come qualità delle immagini che come radioesposizione (quantità di radiazioni erogate). Prima dell’acquisto delle apparecchiature per la radiologia domiciliare abbiamo fatto ripetuti test e prove che, a parere del capotecnico della radiologia, del responsabile dell’ingegneria clinica, del fisico sanitario e del sottoscritto sono risultate positive e hanno confermato l’idoneità di queste apparecchiature all’avvio del servizio di radiologia domiciliare».

di Redazione InFormaSalute


InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):