• Informasalute N.87

    Informasalute N.87

    OTTOBRE 2021
    BASTA!

    Leggi tutto

  • Informasalute N.86

    Informasalute N.86

    SETTEMBRE 2021

    Patrizia Benini Direttore Generale IOV- IRCCS

    LE DUE PRIORITÀ: PROFESSIONISTI E TELEMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.85

    Informasalute N.85

    AGOSTO 2021

    A TU PER TU CON Francesco Benazzi Direttore Generale Ulss 2 Marca Trevigiana

    ULSS2 PRIORITÀ: RECUPERARE MEDICI E LISTE D’ATTESA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.84

    Informasalute N.84

    GIUGNO-LUGLIO 2021

    A TU PER TU CON MARIA GIUSEPPINA BONAVINA

    Direttore Generale Ulss 8 Berica

    Leggi tutto

Tutti uguali, nello sport e oltre

Chiara Bonan cecilia gramellini e giosuè gentilin Un Comune di nemmeno 5000 abitanti che riesce a richiamare 500 atleti, disabili e normodotati, per la prima edizione delle Mini Olimpiadi della disabilità: sembra una delle dodici fatiche di Ercole, ed in parte lo è stata, ma altrettanto grande, per gli organizzatori, è stata la soddisfazione e la commozione nel vedere tanti ragazzi, diversamente abili e non, sfidarsi sul terreno dello sport.   “Siamo tutti uguali” è stato e rimarrà il motto di Giosuè Gentilin, l’ideatore di questa manifestazione, nonché fiero portavoce della costituenda associazione per disabili del Comune di Grantorto. “Questa manifestazione – spiega Giosuè – è nata proprio con lo scopo di creare un’associazione che si dedichi ai disabili, con iniziative legate allo sport e non solo. L’idea l’ho avuta per reazione ad alcune disavventure personali, che mi hanno fatto capire la necessità di lavorare sui ragazzi normodotati per aiutarli ad interagire con le persone disabili, per costruire un rapporto normale. La discriminazione è brutta e dobbiamo combatterla. Questa manifestazione è stato solo la prima di una serie di iniziative che porteremo avanti nei prossimi anni”. Con l’indispensabile sostegno della vulcanica Elena Tonietto, assessore ai servizi sociali del Comune guidato dal sindaco Luciano Gavin, sono così nate le Mini Olimpiadi del 18 e 19 maggio 2013. Una festa dello sport, con disabili e normodotati a sfidarsi sugli stessi campi in diverse discipline olimpiche, tra cui il tennis, il tiro con l’arco, il tennis tavolo, la corsa campestre, l’hockey, il ciclismo, il basket, il judo e la scherma. “Queste giornate –ci spiega l’assessore Tonietto – hanno dimostrato a tutti i presenti che il disabile può dare tantissimo, anche e soprattutto nello sport. A farlo capire ancor meglio ai nostri ragazzi sono intervenuti tanti atleti paralimpici, che hanno incontrato gli alunni delle scuole medie di Gazzo e Grantorto, parlando delle loro difficoltà e trasmettendo nel contempo la loro forza”.   Un nome per tutti: madrina della giornata è stata Cecilia Camellini, campionessa di nuoto alle paralimpiadi di Londra. Ma c’erano anche Marco Pusinich, Francesco Bettella, Alvise de Vidi, Valeria Zorzetto, e atleti normodotati come Paolo Venturini e Giulia Tessari, oltre all’intera squadra di basket universitaria per atleti con disabilità motorie, che si è scontrata contro la Millennium Basket di Padova. “Da questi atleti– ha commentato Giosuè Gentilin – bisogna imparare come si vive. Sono riusciti a lasciare la loro impronta, e per me riuscire a portarli qui a Grantorto è stato un traguardo importante, che mi è stato confermato da molti cittadini che sono usciti arricchiti dalla giornata”. Oltre alle discipline olimpiche era presente un laboratorio di manualità, che ha offerto ai “non sportivi” la possibilità di esprimere le proprie doti creative. Un’avventura da riproporre? “Sicuramente  l’anno prossimo ci saremo con un’altra manifestazione – garantisce Gentilin -. Non riproporremo le Olimpiadi, perché quelle si fanno ogni 4 anni, ma a breve sceglieremo il tema, che potrà essere sportivo, artistico o culturale”. L’importante sarà, nel 2014 come nel 2013, riportare i disabili al centro.  “Vogliamo che non si abbassino mai i riflettori sulla disabilità– conclude l’assessore Tonietto – . L’obiettivo è quello di formare un’associazione che possa riunire i disabili locali per farli uscire di casa e stare con gli altri”.     Lo screeening per tutti Nella prima giornata delle Olimpiadi, il Comune di Grantorto ha ospitato presso gli impianti sportivi anche la “Mattinata dello screening”, con la possibilità per tutti i cittadini di sottoporsi ad una visita di controllo effettuata da alcuni specialisti dell’Ulss 15. “L’azienda sanitaria – commenta Elena Tonietto, assessore ai servizi sociali del Comune di Grantorto – ci ha sostenuto molto in questa iniziativa, voluta per offrire gratuitamente uno screening sanitario ai nostri cittadini”. Quattro i medici presenti: il dottor Giuseppe Idotta, primario del dipartimento Area Specialistica Medica dell’Ulss 15, che si è occupato dello screening del respiro a mezzo spirometria; il dottor Roberto Busana, oculista del presidio ospedaliero di Cittadella, per lo screening del glaucoma con misurazione della pressione intraoculare, del visus e della regrazione; il dottor Tiso Tomasello, responsabile della geriatria di Cittadella, per il controllo dell’indice di massa corporea, e le dottoresse Francesca Faresin (responsabile di Angiologia e Diagnostica Vascolare) e Francesca Franz (medico di chirurgia vascolare) per lo screening dell’aorta addominale e dei tronchi sovraortici.

Chiara Bonan

Redattrice InFormaSalute


InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):