• Informasalute N.80

    Informasalute N.80

    Supplemento 2020

    Stefania De Peppe
    QUELL’ISTANTE CHE TI CAMBIA LA VITA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.79

    Informasalute N.79

    Ottobre 2020

    Anna Mei
    TANTI RECORD PER TANTE ALI DI FARFALLA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.78

    Informasalute N.78

    Settembre 2020

    Asiago, S.O.S. Ospedale.
    Il sindaco Roberto Rigoni Stern

    Leggi tutto

TUTTO CON UN LASER

All’Ospedale di Bassano un nuovo laser CO2, all’avanguardia per la chirurgia ORL, per curare i tumori della laringe e altre patologie. Il Primario dott. Luigi Romano: “Uno strumento molto versatile che ci permette un approccio efficace ma allo stesso tempo conservativo”.

Alessandro Tich

Una nuova apparecchiatura all’avanguardia per la chirurgia ORL, applicata con metodica mininvasiva. Si tratta di un laser di ultima generazione per curare i tumori della laringe minimizzando le conseguenze per la voce dei pazienti, ma con il quale è possibile trattare anche molte altre patologie del cavo orale-orofaringe, naso e orecchio.

È questa la nuova dotazione dell’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa, frutto di un investimento di oltre 200 mila euro che comprende anche un nuovo microscopio. La nuova dotazione strumentale è entrata in funzione in reparto a fine agosto e già nei primi giorni il primo paziente è stato operato con successo.

Ad illustrare le caratteristiche della strumentazione è il Direttore del reparto, il dott. Luigi Romano. “Questo laser – spiega il Primario – è uno strumento molto versatile: può essere utilizzato anche per la chirurgia tradizionale, ma soprattutto ci consente di intervenire con la metodica endoscopica e microscopica, ovvero visualizzando con estrema precisione tramite il microscopio l’area sulla quale si interviene. Questo ci permette un approccio efficace ma allo stesso tempo conservativo, salvaguardando in particolare la funzionalità nella voce negli interventi di rimozione del tumore della laringe. Oltre al tumore della laringe, useremo questa tecnologia anche per curare altre patologie, inclusi i problemi di russamento.”

Questo grazie anche alla grande versatilità dell’apparecchiatura acquistata.

“Possiamo lavorare con un raggio laser CO2 diretto integrato con il microscopio, oppure mediante una fibra e direzionare il laser come vogliamo – prosegue il dott. Romano -. Inoltre a seconda dell’area sulla quale dobbiamo intervenire possiamo scegliere tra due fonti di energia diverse per il laser. Per operare la laringe usiamo la CO2, perché in questo modo il laser è più preciso e riscalda di meno, taglia e brucia i tessuti ma senza carbonizzarli; viceversa possiamo utilizzare come fonte di energia i diodi: in questo caso il laser lavora ad una temperatura più alta, ideale per intervenire sulla mucosa nasale che tipicamente presenta un elevato sanguinamento.”

Non solo, il nuovo laser CO2 dell’ORL può essere utilizzato anche in abbinamento alla chirurgia robotica, da sempre un fiore all’occhiello del San Bassiano.

“Per l’Ospedale San Bassiano – sottolinea il dott. Bortolo Simoni, Commissario dell’ULSS 7 Pedemontana – si tratta di un’altra importante
dotazione all’avanguardia, che consentirà di dare le risposte terapeutiche più appropriate ai pazienti, eliminando per alcuni di loro la necessità di spostarsi in altre strutture, come accadeva in passato.”


Nuovo ambulatorio e nuovi percorsi per gli utenti

L’ORL del San Bassiano punta dunque sull’innovazione, ma anche su un potenziamento complessivo dell’offerta. A questo riguardo, è stato creato un terzo ambulatorio, che si aggiunge ai due già esistenti, con l’obiettivo di offrire un servizio sempre migliore ai pazienti. “Il primo obiettivo del nuovo ambulatorio – spiega ancora il dott. Romano – è la riduzione delle liste di attesa. Parallelamente, questo nuovo spazio ci consentirà di attivare tutta una serie di iniziative rivolte a specifiche categorie di pazienti.”

A questo riguardo, è stato definito recentemente un percorso veloce (“Fast Track”) per gli utenti del Pronto Soccorso che devono essere valutati in urgenza da un otorinolaringoiatra. Inoltre tra gli obiettivi a medio termine vi è anche la creazione di un ambulatorio pediatrico di Otorinolaringoiatria. E non mancano altri progetti.

“Puntiamo – aggiunge il dott. Romano – a dare ulteriore impulso all’ambulatorio già attivo per le apnee notturne; mentre con i colleghi di Cardiologia, Pneumologia e Urologia puntiamo ad attivare un ambulatorio multidisciplinare per i pazienti affetti da OSAS che presentano patologie vascolari. Stiamo inoltre definendo con i colleghi dell’Oncologia e con la Radioterapia di Vicenza un protocollo diagnostico-terapeutico assistenziale per i pazienti affetti da tumore della testa e del collo.”

Alessandro Tich

Condirettore

InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):