• Informasalute N.91

    Informasalute N.91

    GIUGNO 2022

    UCRAINA CHIAMA: OTB RISPONDE

    Leggi tutto

  • Informasalute N.90

    Informasalute N.90

    APRILE-MAGGIO 2022

    Prof. Mauro Ferrari

    IL GIGANTE DELLA NANOMEDICINA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.89

    Informasalute N.89

    FEBBRAIO 2022

    D.ssa Maria Grazia Carraro Direttore Generale Ulss1 Dolomiti

    TERRITORIO VASTO E ALTO INDICE DI VECCHIAIA

    Leggi tutto

  • Informasalute N.88

    Informasalute N.88

    NOVEMBRE-DICEMBRE 2021

    Paolo Fortuna Direttore Generale ULSS 6 EUGANEA

    DA PADOVA IL FORTE APPELLO A VACCINARSI

    Leggi tutto

Uno sportello a servizio del malato

Il suo sportello – aperto ogni giovedì, dalle 10.30 alle 11.30 e dalle 19.30 alle 20.30, nel piano terra dell’Ospedale di Bassano – è da anni il vero e proprio front office che mette in collegamento le richieste e le esigenze dei cittadini-utenti con l’organizzazione delle strutture sanitarie dell’Ulss n.3. Un punto di incontro, soprattutto, dove è possibile richiedere informazioni o sporgere reclami sugli eventuali disservizi riscontrati nelle prestazioni sanitarie: segnalazioni che lo sportello prende in carico con lo scopo primario di tutelare i diritti del paziente ma anche, nello stesso momento, di contribuire al miglioramento dei servizi in questione.

E’ questa, del resto, la finalità dell’Associazione a Tutela dell’Ammalato di Bassano del Grappa: il sodalizio di volontariato – presieduto da Adriano Guglielmini e di cui il prof. Paolo Mocellin è il vicepresidente  – che promuove la completa salvaguardia dei diritti alla salute di tutti i cittadini, nel rispetto della dignità fisica, psicologica, sociale e morale degli stessi. Fondata sui valori della solidarietà civile, sociale e culturale, l’Associazione vigila, collabora e si adopera presso le Istituzioni affinché siano rimossi tutti gli ostacoli che impediscono la realizzazione di tale obiettivo, attraverso la gestione di uno sportello di consulenza su vertenze relative al disservizio socio-sanitario.

In tal senso, l’Associazione si rende promotrice anche di iniziative rivolte a sensibilizzare l’opinione pubblica circa la partecipazione continua ed attiva ai problemi della sanità.

Un altro fronte di intervento è l’attività di informazione agli amministratori pubblici, agli operatori e ai responsabili sanitari sulle condizioni di trattamento del malato e sulla situazione delle strutture, sollecitando inoltre l’applicazione delle leggi esistenti e l’adozione di nuovi provvedimenti a favore della tutela del benessere collettivo.

Con la prioritaria missione di promuovere i diritti e i doveri del malato: ma ricercando e stimolando la collaborazione e la solidarietà umana tra gli operatori sanitari e gli ammalati, affinché questi siano assistiti nel modo migliore.

L’obiettivo più ampio è quindi quello “di far nascere e sviluppare una mentalità collettiva sensibile a tutte le problematiche attinenti alle condizioni dei cittadini di qualsiasi età e condizione economica, affinché sia loro assicurata un’assistenza dignitosa e adeguata alle loro necessità”.

“L’Associazione a Tutela dell’Ammalato – ci dice il presidente Guglielmini – è nata nel 1997 con lo scopo originario di raccogliere i reclami dei cittadini sulle utenze del servizi sanitari. Col tempo, ha sviluppato un rapporto di collaborazione con le strutture sanitarie e grazie a  ciò sono stati fatti passi in avanti e miglioramenti notevoli in vari ambiti dei servizi ospedalieri, a cominciare dal Pronto Soccorso. Oggi abbiamo ancora motivo di esistere perché le strutture sanitarie, se non hanno lo stimolo al miglioramento dei cittadini-utenti, corrono il rischio di rimanere autoreferenziali. Aderire all’associazione significa dare una partecipazione di solidarietà per continuare a gestire una struttura di cui siamo fieri, visto che il Sistema sanitario sta in piedi se c’è la partecipazione dei cittadini. Invitiamo quindi i cittadini a dare l’adesione per darci questo mandato di rappresentarli. Noi infatti non facciamo servizi ai nostri soci, ma alla cittadinanza.”

“Siamo stati promotori del Coordinamento delle Associazioni in ambito Salute “C.A.Sa.” – puntualizza il presidente – e per questo oggi siamo meno visibili. Ma uno dei compiti del Coordinamento, riguardo alle istanze delle associazioni, è proprio quello visibilità esterna. Il nostro obiettivo è andare nel territorio, dove sarà sempre più concentrata la Sanità. La necessità è quella di evitare una dispersione e frantumazione nei servizi territoriali. C’è il rischio di più discrasia, se non c’è una rete che segnala le problematiche alla Direzione Aziendale dell’Ulss, affinché le risolva.”

“La tua adesione è la nostra forza” – recita il motto dell’Associazione, che si sostiene economicamente con i versamenti dei soci ed opera grazie al lavoro dei volontari che, gratuitamente, dedicano ad essa parte del loro tempo libero.

Con un piccolo sforzo – la quota associativa annuale ordinaria è di soli 6 euro – è quindi possibile dare il proprio contributo al sostegno della benemerita attività, rivolta alla collettività intera, dell’Associazione stessa.
La quota associativa va versata sul c/c postale 12524450, intestato all’Associazione a Tutela dell’Ammalato. Per informazioni: atabassano@yahoo.it, 334 3771556 oppure 0424 888400.


InForma Salute
    • Casa Editrice

      Agenzia Pubblicitaria Europa 92
      Via Pio IX 27 - 36061 Bassano del Grappa (Vi)
      C.F.: 02101360242

      info@informasalute.net
      tel: 0424.510855
      mobile: 0039.335.7781979

      Seguici su

    • Redazione

      Direttore Responsabile
      Angelica Montagna

      Condirettore
      Alessandro Tich

      Coordinatore Editoriale
      Ledy Clemente
      Romano Clemente

      Redazione
      Romano Clemente
      Alessandro Tich
      Angelica Montagna
      Renzo Deganello
      redazione@informasalute.net

    • Contattaci

      Nome e Cognome (richiesto):


      E-Mail (richiesto):


      Messaggio (richiesto):


      Clicca sul riquadro sottostante per dimostrare che sei umano (richiesto):